La leggenda dell’atletica Usain Bolt è il nuovo ambasciatore di Replay

Fashion Box, azienda veneta cui fa capo il brand Replay, ha chiuso il 2020 con ricavi pari a 234,3 milioni di euro, contenendo il calo dovuto alla pandemia. Nel primo trimestre del 2021 il fatturato è aumentato del 10% sull’esercizio precedente. Le vendite nei diversi canali segnano una crescita dell’e-commerce (+8% sul 2019)

TREVISO. La leggenda dell'atletica Usain Bolt pronto a vestire i panni di ambasciatore Replay. L’uomo più veloce sulla Terra, suo ancora il record sui 100 metri con 9,58, ha lasciato intendere che ci sono piani per una sua collaborazione con la società di jeans di Asolo.

La notizia arriva direttamente dall’account ufficiale Instagram dell’ex campione giamaicano. Nei giorni scorsi a Milano si è tenuta un’iniziativa organizzata da Replay, cui hanno preso parte alcuni sportivi, tra cui Giamarco Tamberi e Mutaz Barshim.

"Un'importante collaborazione in arrivo", ha scritto nel suo post lo sprinter, che includeva una foto di lui in posa con la modella brasiliana Izabel Goulart all'evento, anche lei pronta a collaborare con il brand di moda. Nelle foto diffuse dai social anche quella in compagnia del ceo di Fashion Box, proprietario del marchio Replay, Matteo Sinigaglia.

Soprannominato Lightning Bolt (fulmine), Usain ha vinto in carriera 8 medaglie d'oro olimpiche e 11 mondiali ed è l'unico atleta nella storia ad avere vinto la medaglia d'oro nei 100 m piani e nei 200 m piani in tre edizioni consecutive dei Giochi olimpici (Pechino 2008, Londra 2012 e Rio de Janeiro 2016).

Domenica scorsa il campione della velocità era a Monza per il gran premio di Formula 1, ospite dei box della Aston Martin, di cui Replay è “denim partner”. Non solo moda ed eventi nel presente di Bolt. Recentemente è uscito il suo album "Country Yutes", che ha raccolto un grande successo, salendo al numero sei della Billboard Reggae Album Charts.

Fashion Box, azienda veneta cui fa capo il brand Replay, ha chiuso il 2020 con ricavi pari a 234,3 milioni di euro, contenendo il calo dovuto alla pandemia ed alle misure restrittive resesi necessarie per fronteggiarla ad un -11,4%.

Il margine operativo lordo si è attestata sul 10% del fatturato. Cresce nel 2020 il peso delle esportazioni che raggiunge il 92% del totale suddiviso fra Europa, con il 72% del giro d’affari, e resto del mondo, con un focus su Medio Oriente ed Asia, che copre il restante 20%.

Nel primo trimestre del 2021 il fatturato è aumentato del 10% sull’esercizio precedente. Le vendite nei diversi canali segnano una crescita dell’e-commerce (+8% sul 2019), con punte di crescita a doppia cifra in Europa dell’Est (+16%) e Europa del Nord (+15%).