Addio a Luciano Paulin, il pioniere dell’industria dei colori

Quella di Paulin è una storia imprenditoriale importante, dove non è mai mancato l’amore per il proprio territorio e la propria comunità. Da Santa Lucia di Seren, Paulin ha sempre guardato ai mercati nazionali e internazionali, coltivando l’eccellenza e lanciando prodotti innovativi

BELLUNO. Addio a Luciano Paulin, si spento all’età di 81 anni l’industriale feltrino pioniere dell’industria dei colori. “Luciano Paulin è stato un imprenditore pratico e innovativo, capace di portare il nome del colorificio di famiglia in tutta Italia e non solo, facendolo diventare un orgoglio per il nostro territorio. Se ne va un pezzo importante della storia del Bellunese e del Feltrino in particolare. Ci mancheranno il suo esempio di dedizione - dimostrata fino all’ultimo - e la sua lungimiranza che ha permesso all’azienda di evolvere nei decenni e rimanere sempre leader nel settore delle vernici”.

A ricordare Luciano Paulin - nel giorno dei funerali - è Lorraine Berton, presidente di Confindustria Belluno Dolomiti. Quella di Paulin è una storia imprenditoriale importante, dove non è mai mancato l’amore per il proprio territorio e la propria comunità. Da Santa Lucia di Seren, Paulin ha sempre guardato ai mercati nazionali e internazionali, coltivando l’eccellenza e lanciando prodotti innovativi.

Celeberrimo e distintivo è stato il lampostucco, quasi una rivoluzione. Proprio l’innovazione dei materiali e dei processi è stata la chiave di un successo nato nel 1949 e che Luciano – accanto al fratello Giorgio – ha saputo ereditare e mantenere nel tempo.

Il colorificio Paulin, peraltro, è stato tra i soci fondatori dell’Associazione fra gli industriali della provincia di Belluno: “Era la fine degli Anni Quaranta e c’era una provincia da rimettere in piedi. La famiglia Paulin è stata uno dei protagonisti indiscussi di quella fase, garantendo posti di lavoro e sviluppo in un’area contrassegnata da tassi drammatici di spopolamento. La loro presenza nella nostra Associazione è sempre stata un valore aggiunto”, ricorda Berton.

“Alla famiglia e ai collaboratori di Luciano Paulin va la vicinanza mia, del Consiglio di Presidenza e dell’Associazione che rappresento. Uomini così devono rimanere un esempio per le presenti e future generazioni di imprenditori. L’affetto che i collaboratori gli hanno sempre riservato è la dimostrazione che oltre l’imprenditore c’era anche un uomo dai forti valori e dalla grande umanità”, conclude Berton.