Geox punta su nuovo design e sempre più innovazione, alla Milano Fashion Week la nuova collezione

L’azienda ha chiuso il 1 semestre a 264 milioni di ricavi. Sta razionalizzando la rete dei suoi negozi: nel 2021 ne ha chiusi 71 e aperti 14. Oggi ne conta oltre 800 a livello globale

MONTEBELLUNA. Traspirabilità, termoregolazione e impermeabilità sì, ma anche materiali e tecnologie green. Geox si è presentata alla Milano Fashion Week sventolando le sue proprietà bandiera, quelle che hanno fatto grande l’azienda di Montebelluna, condite di una rinnovata attenzione per la sostenibilità ambientale. 

La presentazione della collezione primavera estatate 2022 di scarpe e abbigliamento è l’occasione per fare il punto sull’azienda, che dopo un 2020 in significativa flessione si è rimessa in marcia. Ha chiuso il primo semestre 2021 con 264 milioni di euro di ricavi consolidati grazie a un forte recupero messo a segno nel secondo trimestre, +90,5% sul 2020, conseguente alla progressiva e ormai completa riapertura dei negozi.

Nel primo e secondo trimestre dell’anno l’azienda fondata da Mario Moretti Polegato è cresciuta a 2 cifre sugli stessi periodi dell’anno precedente avvicinandosi, senza ancora agganciarli, ai risultati del 2019, che ormai però  sono a portata di mano.

Una rincorsa, quella verso i risultati pre Covid, che cammina con sempre maggior decisione sulle gambe dell’e-ecommerce, gestito direttamente da Geox e in forte crescitacome pure su quelle dei negozi.

Una rete che è in corso di riorganizzazione e che conta su 810 Geox shops di cui 376 a gestione diretta, 14 dei quali aperti durante l’anno contro 71 che sono invece stati chiusi nell’ottica di ottimizzare i negozi nei mercati più maturi ed espandere il marchio nei paesi dove la presenza del Gruppo è ancora limitata ma in positiva evoluzione. A questo si aggiungono le nuove collezioni di scarpe e abbigliamento presentate in questi giorni a Milano. 

Protagonisti della parte più elegante della collezione shoes sono i sandali a fascia. Neri, rossi o color crema, piatti o appena rialzati, sono realizzati in vitello liscio, decorati con una maxi maglia in metallo. La morbidezza della nappa si fa quasi sensuale fra le pieghe di quelli con fasce goffrate.

Altri, chiusi da un cinturino alla caviglia, scelgono romanticissimi fiori applicati e delicati toni pastello. Uniche eccezioni ai sandali, le ballerine in pelle scamosciata: alternativa raffinata e décontracté.

Il fascino del sandalo conquista anche Spherica, il modello dal cushioning perfetto grazie alle sfere distribuite lungo tutta la suola traspirante. Spherica debutta come sandalo con un originale slingback in maglia che trae spunto dalla silhouette della sneaker slip-on, declinato in toni decisi come bianco, nero, rosso o giallo intenso.

Prosegue naturalmente il successo della sneaker Spherica in maglia, che esplora nuovi colori fra cui un fucsia brillante spicca in una gamma di toni pastello come verde, rosa o azzurro.

Arancione e fucsia, ma anche azzurro e acqua, tornano insieme nella Spherica che adotta un patchwork tutto naturale di suede e Econyl, il filato in nylon rigenerato e rigenerabile proveniente da scarti industriali e materiali plastici, tra cui anche reti da pesca rinvenute in mare.

La collezione di “giacche che respirano” sprizza entusiasmo e positività. Guarda con vitalità e dinamismo ai nuovi trend e affida a volumi ampi una vestibilità adatta a ogni look e ogni situazione. Traspirabilità, impermeabilità e termoregolazione restano le caratteristiche fondamentali che ne definiscono il profilo tecnico, celato fra le pieghe di uno stile tutto italiano, fatto di eleganza e praticità, ricco di dettagli raffinati e iper-femminili.

Rosso, rosa e arancione i colori. Spicca il bomber colour block in tessuto crinkle leggero, con manica a kimono d’ispirazione anni ‘80 e cappuccio nascosto nell'alto colletto.

nordesteconomia@gedinewsnetwork.it