Buffet aderisce all’opa di Cattolica e consegna le azioni a Generali

Pur avendo con la sua Bershire la quota Cattolica in carico a oltre 7 euro, e quindi incamerando una minusvalenza, Buffet ha comunque venduto all'Offerta Generali, ritenendo dunque il prezzo adeguato

VERONA. Warren Buffet ha aderito all'Opa di Generali su Cattolica. È quanto risulta a Radiocor.

L'Offerta, che è iniziata il 4 ottobre e terminerà il 29 ottobre, vede dunque un'adesione di peso. Sia per la quota - Buffett è accreditato di poco meno del 7% (era al 9% ma poi si è diluito) - sia soprattutto per la sua aurea di guru della finanza, ben descritta dal soprannome “oracolo di Omaha”.

Pur avendo con la sua Bershire la quota Cattolica in carico a oltre 7 euro, e quindi incamerando una minusvalenza, Buffet ha comunque venduto all'Offerta Generali, ritenendo dunque il prezzo adeguato.

Il titolo della compagnia veronese, sul mercato, vale oltre 7 euro e ha alimentato negli ultimi giorni speculazioni su un ritocco del prezzo da parte del Leone.

Dopo questa decisione di peso è da vedere se la compagnia intenderà realmente procedere con un rilancio. L’Opa è subordinata alla circostanza che la partecipazione che Generali deterrà nel capitale di Cattolica sia almeno pari al 66,67% del capitale.