Scarpa riunisce ad Asolo la sua rete di distribuzione globale per il primo meeting in presenza post Covid

L’evento si è tenuto dopo due anni di incontri in remoto. L’Ad Diego Bolzonello: «Il 2021 è un anno positivo. Le previsioni per i prossimi anni sono di una crescita strutturale del settore outdoor»

ASOLO. Dopo due anni di attività svolte esclusivamente da remoto, Scarpa – l’azienda di Asolo leader nella produzione di calzature da montagna e per le attività outdoor – ha celebrato il suo ritorno alla “nomalità” riunendo la rete di distribuzione globale per il primo Sales meeting in presenza. Quattro giorni durante i quali i vertici dell’azienda hanno presentato le nuove collezioni per l’autunno/inverno 2022/2023 e consentito agli ospiti – un centinaio in tutto – di immergersi nell’universo Scarpa, con tanto di attività sportive guidate sul territorio. 

Si è trattato del primo grande evento aziendale “fisico” del brand veneto dopo un periodo di stop forzato a causa della pandemia, durante il quale l’azienda aveva dato vita ad innovativi incontri in modalità virtuale.

Circa un centinaio i partecipanti, provenienti prevalentemente da Europa e Stati Uniti, che hanno così potuto riscoprire il piacere di ritrovarsi e fare squadra, condividendo finalmente anche in presenza le proprie idee e prendendo parte ad una esclusiva experience in esterna, cimentandosi “sul campo” in attività come hiking, trail running, arrampicata e ferrata.

Il tutto nel rispetto delle più rigorose procedure di sicurezza: oltre a dover esibire il green pass ognuno è stato infatti sottoposto a due Covid test.

Il clou di questa “quattro giorni” di full immersion nel mondo Scarpa si è svolto nella suggestiva cornice del teatro Duse di Asolo, dove l’azienda ha riunito la rete distributiva mondiale per fare il punto sull’andamento dell’anno in corso e illustrare prospettive e obiettivi del prossimo futuro, alla luce dello scenario globale del settore.

Un momento particolarmente significativo, cui ha partecipato il management di Scarpa, compresi il presidente Sandro Parisotto, al quale è stato affidato il saluto di apertura, e l’amministratore delegato Diego Bolzonello.

«Il 2020, nonostante tutto, è stato un anno positivo, con un incremento del fatturato di circa il 3% sul 2019, pari a 110 milioni di euro. Prevediamo per Scarpa un 2021 in ulteriore crescita sia nel mercato interno che in quello estero - ha sottolineato Bolzonello -. In particolare, il settore dell’outdoor e dell’urban outdoor stanno vivendo una decisa crescita anche a livello internazionale e questo è un elemento che ci dà grande fiducia, poiché riteniamo si tratti di un trend strutturale e non solo legato alle contingenze attuali».

L’amministratore delegato ha poi ribadito i pilastri su cui ruota l’attività dell’azienda: performance, durabilità e qualità e ha quindi dedicato una riflessione al tema della sostenibilità, considerato il faro di un nuovo modello imprenditoriale.

I brand manager dell’azienda hanno poi presentato le novità della stagione autunno/inverno 2022/2023 per le linee Urban Outdoor, Climbing, Trail Running, Alpine Touring, Mountain & Approach, prodotti accomunati da una sempre maggiore attenzione all’utilizzo di materiali sostenibili e green.

maura.dellecase@gnn.it