I nuovi motori eco di Wärtsilä nelle navi da crociera di lusso di Windstar ammodernate da Fincantieri

La Star Legend

Completata la collaborazione tra le due società che hanno ristrutturato ed esteso la Star Legend, la Star Breeze e la Star Pride

TRIESTE. Star Legend, Star Breeze e Star Pride: sono queste le tre navi da crociera Windstar oggetto di interventi di ristrutturazione e ampliamento, e oggi equipaggiate con i nuovi motori Wärtsilä in grado di funzionare con combustibili distillati e quindi a basse emissioni.

L’ultima nave della serie, la Star Pride, è appena stata ultimata nello stabilimento Fincantieri di Palermo, consentendo a Wärtsilä, che ha il proprio quartier generale a Trieste, di comunicare la conclusione di un importante progetto di ristrutturazione delle tre navi da crociera Windstar.

Le conversioni sono state guidate dal cantiere Fincantieri a partire dal 2019 con la prima delle tre navi gemelle, la "Star Breeze", completata nel 2020. A seguire c’è stata la "Star Legend" a metà del 2020 e infine la "Star Pride" a ottobre 2021. La ristrutturazione ha incluso l'estensione delle navi in lunghezza da 135 metri (443 piedi) a 160,6 metri (527 piedi).

L'ampliamento della nave da crocera 

Il progetto è parte dell'iniziativa Star Plus da 250 milioni di dollari di Windstar.

Le navi sono state tagliate a metà nel cantiere Fincantieri di Palermo, e la nuova sezione di 25,6 metri (84 piedi) è stata aggiunta nel mezzo, fornendo così altre 50 cabine che ospitano 100 passeggeri in più. Allo stesso tempo, i motori delle navi sono stati rimossi e sostituiti per fornire maggiore efficienza, migliori prestazioni ambientali e una portata estesa per le navi. I nuovi motori Wärtsilä – come detto – funzioneranno con combustibili distillati per la conformità alle normative sul limite di zolfo 2020.

«Questa collaborazione tecnica con Wärtsilä ha permesso alle nostre due società di ottenere una ristrutturazione di successo e il buon funzionamento del progetto congiunto», dichiara Andrew Toso, vice virettore di Fincantieri.

Particolare del motore fornito da Wartsila

«In qualità di partner tecnico per questo progetto di conversione molto importante, è per noi una grande soddisfazione averlo concluso rispettando tutti gli obiettivi» aggiunge  Ivan Catalfamo General Manager Project Sales, Wärtsilä.

«Ringraziamo sia Wärtsilä che Fincantieri per aver completato una complessa ristrutturazione che si è rivelata magnifica. L'allungamento e la ristrutturazione di questi tre yacht all-suite non solo espande la nostra capacità di accoglienza degli ospiti da 212 a 312, ma migliora anche la nostra sostenibilità ambientale ed efficienza operativa» conclude Chris Prelog, presidente di Windstar Cruises.

e.delgiudice@gnn.it