WeDo holding fa shopping in Trentino e acquista Rotaliana

La lampada MultiPot di Rotaliana 

Continua lo shopping della holding padovana che controlla sei aziende attive nei settori della casa, dell’ufficio e dell’healthcare e riunisce le partecipazioni societarie dei quattro eredi figli di Ettore Doimo. Dopo il marchio di imbottiti Businelli, stavolta tocca all’azienda trentina celebre per la lampada MultiPot 

PADOVA.  Continua la campagna acquisti di WeDo, holding padovana che controlla sei aziende attive nei settori della casa, dell’ufficio e dell’healthcare e riunisce le partecipazioni societarie dei quattro eredi figli di Ettore Doimo, storico nome trevigiano dell’arredamento.

Dopo la recente acquisizione del marchio d’imbottiti Busnelli, WeDo ha messo a segno un nuovo colpo facendo sua Rotaliana, azienda trentina specializzata nel settore dell’illuminazione per gli interni, dal 1989 produttrice di lampade di design con numerosi brevetti e modelli, tra cui l’iconico MultiPot. Una lampada, quest’ultima, che cela in sé più funzioni: è un vassoio porta oggetti, un hub di ricarica e naturalmente un corpo illuminante con interruttore touch.

A WeDo va l’85% delle quote del capitale di Rotaliana Srl da Mezzalira Investment Group, mentre il restante 15% resta al socio di minoranza Stefano Wegher, storico fondatore dell’azienda trentina confermato nel ruolo di amministratore delegato.

Con sede e stabilimento produttivo a Mezzolombardo (TN), Rotaliana impiega 21 dipendenti e ha chiuso il 2021 con un fatturato di 5 milioni di euro con un Ebitda del 15%. L’azienda, oggi presente sul mercato italiano, in particolare nel centro-nord Italia, oltre che in alcuni Paesi europei come Svizzera, Germania, Benelux e Danimarca, punta a un ambizioso piano di crescita che la porterà al raddoppio del fatturato nei prossimi tre anni, all’ampliamento degli propri uffici e a un rafforzamento della presenza anche sui mercati internazionali.

L’acquisizione si inserisce nel percorso strategico di WeDo Holding, che già opera nel mondo ufficio con le società Dvo Srl e Frezza Spa, nel mondo healthcare con la società Mis Medical Srl e nel mondo casa con le aziende Arrital Srl, Copatlife Srl e Doimo Cucine Srl, oltre che con il brand Busnelli recentemente acquisito.

«Siamo felici di annunciare l’ingresso nel gruppo di Rotaliana – commenta Andrea Olivi, Presidente di WeDo Holding –. L’operazione rappresenta uno step ulteriore nel nostro percorso di crescita e rientra nella strategia tracciata nel piano industriale di We.Do che prevede l’allargamento del business a un settore complementare a quello dell’arredo come l’illuminotecnica, un comparto con margini interessanti, che ci permette di ampliare la nostra presenza in ambiti di business in cui siamo presenti in modo marginale come il contract e proporci sul mercato con un’offerta sempre più integrata».

Andrea Olivi, presidente di WeDo Holding

«Rotaliana – continua Olivi – rappresenta un’eccellenza italiana che punteremo a far crescere da un lato valorizzando le peculiarità e il suo legame con il territorio trentino e dall’altro costruendo sempre più collaborazioni e sinergie con le altre aziende che fanno parte del gruppo, in linea con la mission strategica per cui è nata WeDo, che mira a diventare nel medio periodo un punto di riferimento nel settore dell’arredamento a livello internazionale. Il ruolo della holding infatti è proprio quello di coordinamento e sviluppo di un piano industriale comune e coordinato per tutte le aziende del gruppo, attraverso un disegno strategico complessivo, che punta a valorizzare le singole realtà e i loro brand, massimizzando le sinergie per essere più forti in un mercato in continua evoluzione».

Mezzolombardo continuerà a essere la sede e il cuore produttivo dell’azienda e da qui WeDo intende valorizzare il rapporto con i centri di innovazione presenti sul territorio per progetti di ricerca e sviluppo.

L’operazione si distingue per una peculiarità nella gestione degli aspetti legali, finanziari e fiscali dell’iter acquisitivo. Tutte le fasi dell’acquisizione, infatti, dalla due diligence, alla contrattualistica, alle peculiarità fiscali, sono stati gestiti internamente a WeDo Holding. Un percorso innovativo reso possibile dal modello organizzativo della holding che possiede al proprio interno tutte le professionalità per gestire il processo, con un beneficio in termini di semplificazione e riduzione dei tempi.

maura.dellecase@gnn.it