Top 500 torna a Trieste, il 15 febbraio riflettori su porto e innovazione

Dal Magazzino 26 del Porto Vecchio, tra i luoghi simbolo delle ambizioni future della città, verrà trasmesso in streaming l'evento a partire dalle 17.30

TRIESTE. La sfida del porto e le nuove frontiere delle imprese leader. L'appuntamento di TOP 500 Trieste è dedicato alla nuova dimensione di sviluppo dell’economia triestina.

Dal Magazzino 26 del Porto Vecchio, tra i luoghi simbolo delle ambizioni future della città, verrà trasmesso in streaming l'evento di martedì 15 febbraio alle 17.30 (al link per iscrivervi).

Come ogni anno il ciclo di eventi di Top 500, a cui è collegata l'uscita di un inserto sulle maggiori 500 aziende del territorio regionale, intende dare conto delle performance delle diverse economie territoriali.

Top 500 Fvg, nello specifico, è una ricerca curata da Pwc con Fondazione Nord Est, insieme a Nordest Economia, hub tematico del gruppo Gedi per i quotidiani di Veneto e Friuli Venezia Giulia, e al Piccolo di Trieste.

Negli anni Top 500 si è affermata come la più importante analisi del tessuto imprenditoriale triestino, capace di offrire una visione sulla situazione macroeconomica dell'intero Paese. Una fotografia dei diversi sistemi produttivi del Nordest, provincia per provincia.

Quest’anno ci sarà l’occasione di ascoltare direttamente i protagonisti del porto, impegnati in un grande piano di sviluppo, e di alcune delle aziende locali più innovative, che sono riuscite a coniugare ricerca e impresa.

Ad aprire i lavori della diretta streaming sarà l'introduzione di Paolo Possamai, direttore di Nordest Economia, di Omar Monestier, direttore de Il Piccolo e Messaggero Veneto del Gruppo Gedi, e di Maria Cristina Landro, Partner di Pwc Italia. A seguire Paolo Guglielminetti, Partner di PwC Italia-Global Railways & Roads Leader e Gianluca Toschi, ricercatore Senior Fondazione Nord Est, illustreranno le performance delle migliori aziende del territorio.

Ci sarà poi il confronto con i protagonisti del porto di Trieste e le imprese chiamate a raccontare la propria esperienza e storia aziendale.

Ci saranno quindi gli interventi di Augusto Cosulich, presidente e Ceo Fratelli Cosulich Group, di Zeno D’Agostino, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, di Giulia Kropf, consigliere delegato e direttore tecnico di Eurospital e di Enrico Pacorini, Ceo di Pacorini Group. Dialogheranno con il direttore di Nordest Economia Paolo Possamai.

Un’impresa triestina tecnologica emergente nata in Area Science Park sarà poi protagonista dello spazio intitolato “Stella di domani”. Si tratta di Modefinance, con l’intervento del suo co-fondatore e amministratore delegato Mattia Ciprian.

Infine «il futuro di Trieste» sarà il tema sfidante del colloquio fra Michelangelo Agrusti, presidente di Confindustria Alto Adriatico intervistato da Omar Monestier, direttore de Il Piccolo e Messaggero Veneto.-