Il ritorno di Top 500 Treviso: il 24 febbraio con la finanza straordinaria

È il tema centrale dell’evento Top 500 Treviso, in diretta streaming da Palazzo Giacomelli a Treviso giovedì 24 febbraio alle 17.30

TREVISO. La sfida della finanza straordinaria. È il tema centrale dell’evento Top 500 Treviso, in diretta streaming da Palazzo Giacomelli a Treviso giovedì 24 febbraio alle 17.30 (il link per potersi iscrivere).

Come ogni anno il ciclo di eventi di Top 500, a cui è collegata l'uscita dell’inserto sulle maggiori aziende del territorio provinciale, intende dare conto delle performance delle diverse economie territoriali.

Top 500 Treviso, ricordiamo, è una ricerca promossa da Nordest Economia, hub del gruppo Gedi per i quotidiani di Veneto e Friuli Venezia Giulia, con PwC e in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari di Venezia. È la più importante ricerca e analisi del tessuto imprenditoriale italiano e, rispetto al Nordest, è una fotografia dei diversi sistemi produttivi, provincia per provincia.

La diretta di giovedì 24 febbraio si aprirà con l’introduzione di Paolo Possamai, direttore di Nordest Economia, Fabrizio Brancoli, direttore dei Quotidiani veneti Gruppo Gedi e della tribuna di Treviso, e Filippo Zagagnin Partner PwC Italia. A seguire i numeri dell’economia del territorio e i bilanci delle imprese nella ricerca a cura di Niccolò Cavina, Partner PwC Italia, e di Moreno Mancin, professore di Ca’ Foscari.

Il terzo frame è dedicato ai protagonisti del territorio, quattro imprenditori che discuteranno in particolare di finanza straordinaria e di fusioni e aggregazioni: Fabrizio Bergamo, consigliere delegato di 3B, Gian Nello Piccoli, presidente e ceo di Eurosystem, Mariano Roman, ad di Fantic Motor e Iris Letizia Rossetto, consigliere di amministrazione di Virosac.

Uno spazio è dedicato alla start up “stella di domani”, la Syndiag, raccontata dal cofounder Rosilari Bellacosa. Concluderà l’evento l’intervista del direttore della tribunaFabrizio Brancoli al presidente di Assindustria Venetocentro Leopoldo Destro.