Nanomnia, la startup biotech veneta femminile, premiata da Intesa Sanpaolo e Fondazione Bellisario

Maria Bonaconsa, ceo di Nanomnia

Menzione speciale nell’ambito del Premio Women Value Company all’azienda nata nel 2017 che offre servizi di nano, micro e macro incapsulamento completamente organico, biodegradabile e microplastic-free a imprese dei settori agrochimico, cosmetico, nutraceutico, farmaceutico, e dei materiali intelligenti

PADOVA. Due Pmi sul podio e 4 menzioni per il premio Women Value Company nato nel 2017 dalla collaborazione tra Gruppo Intesa Sanpaolo e Fondazione Marisa Bellisario. Il riconoscimento, rappresentato dall’ambita «Mela d’Oro», viene assegnato in base a tre obiettivi: valorizzare il talento femminile all’interno delle aziende, attuare la parità di genere con pari opportunità e percorsi di carriera, sostenere il rapporto donne-lavoro con politiche di welfare aziendale.

Le due imprese vincitrici della sesta edizione del premio sono MULTI (categoria Piccole Imprese), dal 1994 società di consulenza marketing, export e comunicazione con sede a Bergamo e uffici a Milano e Monaco di Baviera; e Masseria San Domenico (categoria Medie Imprese), hotel 5 stelle che dal 1996 accoglie i suoi ospiti a Fasano, in provincia di Brindisi, in una splendida masseria del XIV secolo.

Novità del 2022 le due menzioni speciali, in coerenza con le missioni del PNRR: la “Menzione speciale Innovazione” assegnata a Rold, gruppo nato nel 1963 a Nerviano, nel Milanese, leader di mercato nel settore della componentistica elettromeccanica per elettrodomestici; e la “Menzione speciale Nuova Imprenditoria Femminile” attribuita a Nanomnia, startup biotech di Verona nata nel 2017 che offre servizi di nano, micro e macro incapsulamento completamente organico, biodegradabile e microplastic-free ad aziende nei settori agrochimico, cosmetico, nutraceutico, farmaceutico, e dei materiali intelligenti. I riconoscimenti sono stati consegnati il 10 giugno a Roma da Anna Roscio, Responsabile Sales & Marketing Imprese Intesa Sanpaolo, durante la cerimonia di premiazione della 34^ edizione del Premio Marisa Bellisario.

In questa occasione Intesa Sanpaolo ha presentato una nuova iniziativa, ovvero un plafond di 500 milioni di euro di credito per promuovere e sostenere l'avvio e il rafforzamento dell'imprenditoria femminile e massimizzare il contributo delle donne allo sviluppo economico e sociale del Paese, insieme a una nuova offerta a 360° per supportare le imprese femminili a perseguire gli obiettivi del PNRR, agevolando l’accesso ai relativi benefici statali. Il plafond si aggiunge all’ampio set di soluzioni e agli interventi della banca per promuovere il valore dell’imprenditoria femminile e la parità di genere.

e.delgiudice@gnn.it