Ovs si ricompra Coin

Sottoscritta una lettera di intenti per rilevare il 100% capitale della catena di department store più diffusa in Italia

VENEZIA. Ovs ha deciso di riacquistare Coin.

Il Gruppo ha infatti comunicato di aver sottoscritto con gli azionisti di Coin una lettera di intenti relativa alla possibile acquisizione del 100% del capitale della spa.
Coin è la catena di department store più diffusa in Italia, con vendite sotto insegna per 400 milioni di euro, un network di 37 negozi “full format” nelle più prestigiose location di centro città e 100 negozi a insegna Coincasa.

La lettera di intenti prevede che Ovs abbia il diritto di avviare e condurre in esclusiva una fase di due diligence, al termine della quale, e una volta ottenute le autorizzazioni necessarie, arrivare al perfezionamento dell’acquisizione entro la fine di novembre 2022.
«Data la presenza di Stefano Beraldo, Ad di Ovs, tra i soci di Coin – spiega l’azienda in una nota –, l’acquisizione ricade nella disciplina delle operazioni con parti correlate».

La storia di Coin nasce nel 1916 quando Vittorio Coin avvia l’attività di commercio ambulante che prosegue negli anni successivi. Negli anni 50 l’azienda diventa una Spa e nel decennio del boom economico lancia con successo il concetto di outlet che si chiamerà prima prima Coinette e poi Oviesse, acronimo di Organizzazione vendite speciali, ovvero la vendita al pubblico dei resti di magazzino.

Il Gruppo ha affrontato successivamente diverse fasi di crescita, e di crisi. Nel 2005 la famiglia vende il pacchetto di maggioranza al fondo di investimenti pan-europeo PAI Partners, nel 2011 è al fondo inglese BC Partners in coinvestimento con Investindustrial e Ontario Teachers Pension Plan e con il management, a diventare socio di riferimento.

Nel 2014 il ramo d'azienda OVS-UPIM viene scorporato dal Gruppo Coin, fortemente indebitato, conferendo le attività alla nuova società OVS spa, quotata in Borsa.

Nel 2017 alla newco Coin srl, interamente controllata dal Gruppo Coin, è stato conferito il ramo d'azienda commerciale sotto le insegne Coin, Coin Excelsior e Coincasa, mentre alla Excelsior Milano srl, che ha  sempre come unico socio Gruppo Coin, è stato conferito il ramo d'azienda di commercio al dettaglio sotto l'insegna Excelsior Milano e nello stesso anno  viene dato incarico alla Rothschild per la vendita dei grandi magazzini Coin.

Nel settembre 2017 il Gruppo Coin scende ancora nel capitale OVS, dopo avere avviato già a partire dal 2016 una serie di collocamenti sul mercato, arrivando al 17,8%.

All'inizio del 2018 il fondo Bc Partners ha ceduto la catena di retail per un valore d'impresa, debiti compresi, di una settantina di milioni di euro a Centenary Spa, una newco formata da un gruppo di manager e di imprenditori, riportando coslo storico brand in mani italiane. Regista dell'operazione di management buyout Stefano Beraldo, l'amministratore delegato di OVS che nel 2005 aveva rilevato per conto di PAI Partners il gruppo dalla famiglia Coin.

E sempre sotto la regia di Beraldo, OVS si è aggiudicata più di recente Stefanel, altro brand storico nordestino, salvato dal fallimento, di cui è in corso il rilancio.

Oggi nuova svolta storica: OVS, nata come costola di Coin, rileva quella che fu l’azienda madre.