Atlantia firma il closing per Yunex Traffic ed entra nella smart mobility

Inizia la svolta della spa per il post-Aspi verso la mobilità hi-tech. L’acquisizione da Siemens vale 950 milioni di euro

TREVISO. E’ una delle operazioni destinate – nelle ambizioni – a cambiare il volto di Atlantia, la società in cui Sintonia (sub holding della Edizione della famiglia Benetton) è socio di riferimento con oltre il 30% del capitale sociale, nel post Aspi, Autostrade per l’Italia. Parliamo dell'acquisizione di Yunex Traffic da Siemens, annunciata a gennaio e che ora è stata perfezionata firmando il closing.

A dare l’annuncio la stessa Atlantia che, a seguito dell'avveramento di tutte le condizioni sospensive previste nel  contratto di acquisizione sottoscritto il 17 gennaio, informa di aver completato l'acquisizione della società Yunex Traffic,
per il corrispettivo finale di 950 milioni di euro (enterprise value), pari al corrispettivo offerto, e soggetto agli aggiustamenti previsti dal contratto.

«Nel corso del 2021 - spiega la società in una nota – Atlantia aveva preso parte a un processo competitivo avviato da Siemens per la cessione di Yunex Traffic, risultando vincente rispetto a numerosi competitors internazionali. Yunex Traffic è il più importante fornitore di soluzioni a livello globale nell'innovativo settore dell'Intelligent Transport Systems (ITS) e della Smart Mobility, specializzato nello sviluppo e fornitura di piattaforme e soluzioni
integrate, hardware e software, per operatori di infrastrutture di mobilità smart e sostenibile, sia a livello urbano che extraurbano»
Con più di 3.000 dipendenti, già oggi la società opera in oltre 600 città, 40 Paesi e 4 continenti (Europa, Americhe,
Asia, Oceania) e ha impianti di assemblaggio e centri di ricerca e sviluppo ubicati in Europa (con una presenza fondamentale in Germania e Regno Unito) e USA. Tra le metropoli che utilizzano i sistemi di Yunex Traffic ci sono
Londra, Dubai, Berlino, Bogotà e Miami, con un track record di progetti all'avanguardia per fluidificare il traffico, migliorare la qualità dell'aria e aumentare la sicurezza stradale, decongestionando le arterie stradali e fornendo
servizi innovativi per migliorare l'esperienza di mobilità per gli utenti finali.

«Si tratta di ambiti di business - si aggiunge - in cui Atlantia ha già iniziato a operare, ad esempio attraverso i diversi servizi di mobilità urbana gestiti da Telepass.  Con l'ingresso in Atlantia, Yunex Traffic potrà espandere ulteriormente il proprio business, a partire da Paesi come Italia, Francia, Spagna e nell'area Sudamericana, dove il gruppo ha una presenza rilevante».

Ricordiamo che Atlantia è una società per azioni italiana attiva nel settore delle infrastrutture autostradali, aeroportuali e dei servizi legati alla mobilità, con una presenza articolata in 11 Paesi (Francia, Italia, Polonia, Regno Unito e Spagna in Europa e Argentina, Brasile, Cile, Colombia, India e Porto Rico). Il gruppo gestisce 9400 chilometri di autostrade a pedaggio, gli aeroporti di Fiumicino e Ciampino in Italia e lo scalo di Nizza Costa Azzurra in Francia, per un totale di circa 60 milioni di passeggeri in transito all'anno.

e.delgiudice@gnn.it