In evidenza
Sezioni
Quotidiani GNN

Gli arredi di Natisa dal Grande Fratello alla Casa Moderna

Gli sgabelli Flare, le poltroncine Iris, le poltrone Diamant lounge: ecco gli arredi made in Fvg nella “casa” più famosa. Natisa li espone Casa Moderna, la rassegna in programma a Udine dall’1 al 9 ottobre

Maura Delle Case
Aggiornato alle 2 minuti di lettura

Supera la prova del tempo la liaison tra gli arredatori della casa più osservata del piccolo schermo, quella del Grande Fratello, e le aziende del mobile Fvg.

A tredici anni di distanza dal maxi divano beige firmato Gervasoni, che inaugurò il florido rapporto delle imprese del legno-arredo della regione e la casa del Gf, la collaborazione continua e dall’azienda di Pavia di Udine guidata dai fratelli Michele e Giovanni Gervasoni, che in 10 anni di collaborazione ha fornito alla casa del Gf (ma anche allo studio di Amici) dai divani ai vasi, dai pouf a maxi bottiglie in ceramica, passa nelle mani di Natisa, azienda di Moimacco che dal 2011 produce tavoli, sedie e complementi d’arredo di design che esporta in tutto il mondo e che ha contribuito ad arredare la “casa” del grande Fratello Vip 7 che è in onda proprio in queste settimane e che vede al timone in studio Alfonso Signorini.

Orietta Berti, Alfonso Signorini e Sonia Bruganelli

 

Alla casa, Natisa ha fornito gli sgabelli Flare in arancione per la cucina, alcune poltroncine Iris-P per l’area living e, per lo studio televisivo, dove a condurre la diretta insieme a Signorini ci sono Orietta Berti e Sonia Bruganelli, diverse poltrone Diamant lounge, nell’iconico colore rosso della trasmissione, sulle quali siederanno gli ospiti durante le dirette nonché partecipanti al programma che via via verranno espulsi dalla casa.

«Siamo stati contattati direttamente dalla trasmissione - racconta Mauro Busolini, contitolare e Ceo di Natisa -, avevano notato i nostri prodotti e volevano saperne di più».

Quel primo contatto ha portato i prodotti Natisa dentro il piccolo schermo e i frutti della visibilità garantita dal Gf Vip l’azienda friulana ha già iniziato a raccoglierli come racconta ancora Busolini: «Stiamo ricevendo chiamate da varie parti d’Italia, da persone che ci chiedono se siano nostri gli sgabelli e le poltrone e dove possono acquistarli. Una risposta straordinaria, simile a quella che a suo tempo ci aveva garantito la partecipazione al Far East Film festival».

Mentre il Gf garantisce un’impareggiabile vetrina televisiva ai prodotti dell’azienda, Natisa si prepara all’apertura del sipario sull’edizione 2022 della Casa Moderna, la storica fiera udinese dedicata al mondo dell’arredamento, in programma dall’1 al 9 ottobre. E sarà sempre il rosso – colore che per il Feng Shui ha il dono di attirare la fortuna in casa – il protagonista dell’allestimento dello stand Natisa, al padiglione 6: 140 metri quadri dove l’azienda di Moimacco presenterà al pubblico alcuni dei suoi prodotti, la maggior parte dei quali coperti da brevetto, compresi gli sgabelli del Gf.

«I nostri prodotti, per il loro design di alto livello e la produzione effettuata con la massima attenzione alla sostenibilità ambientale sono apprezzati in tutta Italia e nel mondo, ma per noi la Fiera della Casa Moderna rimane un appuntamento imperdibile. Abbiamo, infatti, cuore e testa in Friuli - dichiara ancora Busolini -: tutto ciò che facciamo è frutto della cultura del saper fare del nostro territorio e dell’ispirazione che ogni giorno ci fornisce la nostra meravigliosa regione».

Un territorio, quello Fvg, dove l’azienda è nata nel 2011 dopo una lunga «gavetta» da terzista, che dal 1994 all’anno della fondazione, l’ha vista lavorare per alcuni dei più grandi marchi dell’arredamento internazionale. «Nel 2011 abbiamo voluto creare una nostra società - racconta il Ceo -, abbiamo brevettato 3 tavoli e depositato oltre 150 modelli ornamentali di tavoli, sgabelli, sedie, madie e complementi d’arredo. La nostra sede ospita tutta la produzione e anche un grande show-room dove i clienti possono venire a toccare con mano i nostri prodotti». Negli ultimi anni, complice anche il rimbalzo post pandemia vissuto dal settore del mobile, ancor più quello di design, Natisa è cresciuta senza soluzione di continuità: chiuso il 2021 con 6,3 milioni di ricavi, si avvia a centrare quest’anno i 7 milioni, realizzati al 93% oltre confine, e ad aumentare il numero dei dipendenti a 40 dagli attuali 35.

mauradellecase@gmail.com

I commenti dei lettori