In evidenza
Sezioni
Quotidiani GNN

Altra vendita immobiliare per Electrolux che cede la fabbrica di Memphis

La multinazionale svedese continua a dismettere proprietà non operative, nè strategiche, e a fare cassa. Dall’operazione attesi 82,5 milioni di dollari, di cui oltre 65 milioni di plusvalenza

1 minuto di lettura

Lo stabilimento Electrolux a Memphis prima dello stop alla produzione

 

Dopo la Svizzera ora tocca agli Usa.

Electrolux, la multinazionale svedese dell’elettrodomestico con quartier generale per l’Italia a Porcia (Pordenone), ha comunicato di aver avviato trattative per la cessione dello stabilimento di Memphis,  nel Tennessee, comprese alcune apparecchiature. Il valore dell’operazione è di 82,5 milioni di dollari (circa 85,2 milioni di euro e 930 milioni di corone svedesi).

Il closing dell’operazione dovrebbe avvenire nelle prossime settimane, con un impatto positivo sui conti del quarto trimestre dell’anno sul reddito operativo dell’area di busines Nord America. 

Dalla vendita Electrolux stima una plusvalenza di circa 65,8 milioni di dollari.

La produzione di Electrolux a Memphis si è interrotta il 30 giugno scorso mentre le attività erano state trasferite nel nuovo stabilimento di Springfield, sempre nel Tennessee.

e.delgiudice@gnn.it

I commenti dei lettori