In evidenza
Sezioni
Quotidiani GNN

Autotorino, ricavi su del 14,5 per cento a 1,6 miliardi

Il buon andamento del 2022 ha consentito di attivare un programma di welfare che per quest'anno prevede un valore globale di 1,6 milioni di euro che fornirà a tutti i collaboratori ed alle loro famiglie

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Il quartier generale di Autotorino

 

Autotorino, primo dealer automotive italiano, attraverso le sue 62 sedi di Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto e Friuli-Venezia Giulia, si avvia a chiudere un 2022 in crescita, con una proiezione di fatturato pari a 1,6 miliardi di euro, in aumento del 14,5% sull'anno precedente, e di oltre 54.700 auto vendute.

Risultati - spiega in una nota - frutto del lavoro dei 2.050 collaboratori che hanno agevolato la mobilità a 250.000 clienti per i servizi commerciali e di post-vendita. È quanto emerso durante la convention annuale del gruppo, tenutasi a Fiere di Parma, in presenza dopo i due anni di pandemia.

A fine 2022, si stima che in Piemonte Autotorino avrà venduto 6.000 vetture. L'azienda ha lanciato il nuovo portale online. "Il buon andamento del 2022 ci ha consentito di attivare un programma di welfare che per quest'anno prevede un valore globale di 1,6 milioni di euro che fornirà a tutti i collaboratori ed alle loro famiglie la possibilità di mitigare in parte gli aumenti dei costi energetici e del costo della vita" spiega Plinio Vanini, presidente di Autotorino. A fine 2022, la Lombardia, con 34 filiali attive, è la regione dove venderà più auto (stima 34.700) seguita dall'Emilia-Romagna (6.100), dal Piemonte (6.000), Friuli-Venezia Giulia (4.800) e Veneto (3.100).

I commenti dei lettori