Tunnel del Brennero: risolto un contratto per un lotto da quasi un miliardo di euro

Clamorosa decisione della società di gestione dell'opera verso il raggruppamento d'imprese Arge H51 accusata di gravi ritardi. Al più presto una nuova gara d'appalto, in ballo 966 milioni di euro

BOLZANO. "Nonostante le intense trattative e gli sforzi compiuti negli ultimi mesi, la Società della Galleria di Base del Brennero (Bbt Se) e l'affidatario Arge H51 (un raggruppamento composto dalle imprese Porr Bau GmbH, G.    Hinteregger & Söhne Bau GmbH, Condotte S.p.A.e Itinera S.p.A.) non sono riusciti a trovare un accordo in merito alle controversie contrattuali nel lotto costruttivo H51 Pfons-Brennero, il lotto meridionale in Austria, lungo ca. 15 km". Lo comunica Bbt Se in una nota in merito al lotto da 966 milioni di euro.

"Il definitivo rifiuto di eseguire diverse prestazioni pattuite contrattualmente e la conseguente compromissione del rapporto di fiducia ci ha costretti, purtroppo, a procedere alla risoluzione del rapporto contrattuale con l'Arge H51. Anche alla luce della prospettata risoluzione del contratto, l'Arge H51 non ha cambiato la propria posizione, scegliendo di pubblicare la propria interpretazione contrattuale. Per garantire che i lavori per la Galleria di Base del Brennero possano proseguire nel più breve tempo possibile, è stata già avviata una analisi di approfondimento sull'intero progetto al fine di addivenire il prima possibile alla nuova gara di appalto", spiegano i due Amministratori di Bbt Se Gilberto Cardola e Martin Gradnitzer.

Bbt Se, definendo la risoluzione del contratto "l'unica scelta possibile", si dice "fortemente amareggiata del fatto che il supporto offerto non sia stato accettato dall'ARGE H51 e che ciò abbia portato a ritardi molto gravi nel lotto di costruzione Pfons-Brennero, che avrebbero potuto essere evitati se le prestazioni concordate contrattualmente fossero state eseguite".

Bbt Se "continuerà a fare tutto il possibile per far avanzare il pionieristico progetto infrastrutturale della Galleria di Base del Brennero nel minor tempo possibile".