Webuild, al via in anticipo i lavori sulla linea Alta Velocità Verona-Padova

L'ultimazione dei lavori, il cui contratto è stato firmato lo scorso agosto, è prevista entro il 2026. La prima attività consiste nella bonifica da ordigni esplosivi sui terreni dove verrà eseguita la galleria artificiale nel comune di San Martino Buonalbergo, che permetterà alla nuova linea ferroviaria di sottopassare l'autostrada A4

PADOVA. Partiti in anticipo sul cronoprogramma i lavori della linea ad alta velocità e alta capacità (Av/Ac) Verona-Padova nella tratta Verona - Bivio di Vicenza. L'opera, realizzata dal consorzio Iricav Due - costituito per circa l'83% dal gruppo Webuild e per il 17% da Hitachi Rail - ha un valore di circa 2,5 miliardi di euro, nell'ambito di un investimento complessivo da parte di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo Fs italiane) di oltre 2,7 miliardi.

Il tracciato del primo lotto, che attraverserà 13 Comuni, avrà una lunghezza di 44,2 chilometri e quadruplicherà la linea esistente, aumentando la qualità dell'offerta ferroviaria e la sua integrazione con la rete europea, riducendo l'impatto ambientale e l'incidentalità associata alla mobilità stradale.

L'ultimazione dei lavori, il cui contratto è stato firmato lo scorso agosto, è prevista entro il 2026. La prima attività consiste nella bonifica da ordigni esplosivi sui terreni dove verrà eseguita la galleria artificiale nel comune di San Martino Buonalbergo, che permetterà alla nuova linea ferroviaria di sottopassare l'autostrada A4 in prossimità dello svincolo di Verona Est. Dal dicembre il consorzio avvierà anche le attività di selezione degli operatori economici per l'affidamento dei lavori relativi al primo lotto.