Infrastrutture, Anas impegna 80 milioni per la sistemazioni dei versanti rocciosi e della rete

I 16 bandi, del valore di 5 milioni ciascuno, riguardano l'affidamento di altrettanti accordi quadro di durata quadriennale e ripartiti in tutte le strutture territoriali di Anas: Sicilia Sardegna, Calabria, Basilicata, Puglia, Campania, Lazio, Abruzzo e Molise, Marche, Umbria, Toscana, Emilia-Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Liguria, Piemonte e Valle D'Aosta

ROMA. Anas conferma l'impegno nell'ambito della manutenzione programmata sulla propria rete di strade e autostrade con sedici bandi, pubblicati in Gazzetta Ufficiale, del valore complessivo di 80 milioni di euro per lavori di sistemazione dei versanti rocciosi e della protezione del corpo stradale.

«La strategia di investimento di Anas - ha dichiarato in una nota l'amministratore delegato di Anas Massimo Simonini - è fortemente legata alla manutenzione della rete con il superamento della logica dell'intervento episodico o emergenziale in favore di azioni che prevengano le criticità, innalzando gli standard di sicurezza, il comfort di guida e la funzionalità della rete. Con il nuovo bando da 80 milioni di euro per lavori di sistemazione dei versanti rocciosi e della protezione del corpo stradale rafforzeremo il nostro impegno per garantire agli utenti questi obiettivi».

I 16 bandi, del valore di 5 milioni ciascuno, riguardano l'affidamento di altrettanti accordi quadro di durata quadriennale e ripartiti in tutte le strutture territoriali di Anas: Sicilia Sardegna, Calabria, Basilicata, Puglia, Campania, Lazio, Abruzzo e Molise, Marche, Umbria, Toscana, Emilia-Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Liguria, Piemonte e Valle D'Aosta.

Gli appalti, di durata quadriennale, saranno attivati mediante Accordo Quadro che garantisce la possibilità di avviare i lavori con la massima tempestività in relazione alla programmazione della manutenzione delle strade.