Autobrennero, approvato il progetto del nuovo raccordo con la A1

Approvato dal cda di A22 il progetto esecutivo del primo dei tre lotti della terza corsia da Verona a Modena: si tratta dell'innesto tra la A22, la A1 e la Campogalliano-Sassuolo. Il costo dell'opera è di 138 milioni di euro

TRENTO. Approvato dal cda di Autostrada del Brennero il progetto esecutivo del primo dei tre lotti della terza corsia da Verona a Modena: si tratta dell'innesto tra la A22, la A1 e la Campogalliano-Sassuolo. Il costo dell'opera è di 138 milioni di euro.

Il progetto - sottolinea A22 - rappresenta non solo il primo passo funzionale verso la terza corsia, ma anche la soluzione al problema del frequente congestionamento dell'attuale innesto tra l'Autostrada del Sole e il principale collegamento dell'Italia con l'Europa, la A22.

Il progetto esecutivo approvato oggi dimostra tre fatti - afferma l'ad di A22, Diego Cattoni - il primo è che siamo conseguenti con gli impegni presi nonostante le difficoltà di questo 2020; il secondo è che Autobrennero non attende di avere certezze sulla concessione per garantire la sua parte al Paese; il terzo è che il modello di progettazione interna di Autobrennero è vincente. La Società ha le risorse, i progetti, le competenze. Vogliamo che questo patrimonio non comune diventi un potente volano di crescita economica e di ammodernamento del sistema Italia. Ora l'auspicio, nell'interesse collettivo, è che la Società sia messa nelle condizioni di realizzare questa e altre opere nel minor tempo possibile".

L'esecuzione dei lavori volti alla realizzazione della terza corsia tra Verona nord e l'intersezione con l'autostrada A1 sarà organizzata in tre distinti lotti funzionali. Il primo lotto, il cui progetto esecutivo è stato approvato oggi, riconfigurerà uno svincolo dove, nel 2019, sono transitati 16 milioni di veicoli.

Il secondo lotto interesserà il segmento di A22 tra il km 223+100 e il km 246+185, in provincia di Verona. Il terzo e ultimo lotto avrà ad oggetto la porzione posta tra il km 246+185 e il km 312+200, nelle province di Mantova, Reggio Emilia e Modena.