In A22 tornano i weekend da “bollino nero”: via al piano anticode, tra manutenzioni e infotraffico

Sull’Autostrada del Brennero tornano i flussi di viaggiatori pre-Covid. Spesi 30 milioni di euro per la riqualificazione dell’asse, entrato in vigore un nuovo bot che informa sulla situazione in tempo reale per evitare code e modulare la velocità

BOLZANO. Sull’A22 si torna a viaggiare e tornano anche i cosiddetti “bollini neri” nei weekend estivi più caldi e trafficati di luglio e agosto. E questa non può che essere una buona notizia dopo la fine delle restrizioni dovute al Covid, a dimostrazione di come il turismo e l’economia si stiano risollevando dalle macerie della crisi. Autobrennero non si è fatta trovare impreparata, anzi.

La ripartenza su strada è stata programmata e studiata nei dettagli, dopo aver dedicato i mesi più difficili alla manutenzione straordinaria della tratta, investendo tanto.

L’amministrazione ha deciso per questa estate di evitare la presenza di cantieri durante le ore del giorno e potrà contare su 226 telecamere che sorveglieranno le zone nevralgiche, 82 ausiliari della viabilità e 30 pattuglie in servizio pronte ad intervenire dove necessario. Così A22 potrà tornare ad offrire un servizio efficiente con l’obiettivo di diminuire pesantemente le code ai caselli.

E per questo la società si è affidata alla tecnologia, lanciando il suo primo bot per Telegram, applicazione per la messaggistica veloce, che informerà in tempo reale i viaggiatori sulla situazione del traffico e incidenti.

“Nell’ultimo anno e mezzo abbiamo assistito a crolli del traffico inauditi (-92% a marzo 2020, ndr) e a repentine riprese come quella che stiamo fortunatamente vivendo in questi giorni. Per noi che abbiamo la responsabilità di gestire un’arteria strategica per la mobilità commerciale e turistica europea, l’obiettivo è quello di garantire alti standard di servizio anche nei momenti più difficili e credo che ci siamo riusciti”, spiega il Presidente Hartmann Reichhalter.

I weekend da bollino nero

Le date più ostiche da fissare sul calendario saranno, nel mese di luglio, quelle della mattina di sabato 17, sabato 24 e sabato 31, sia in direzione Modena che verso il Brennero.

Per quanto riguarda agosto invece, in direzione Modena-Brennero si segnala la domenica mattina del 1° agosto, tutto il giorno sabato e domenica 7 e 8 agosto, sabato 14 agosto, sabato 21 agosto e sabato mattina 28 agosto. In direzione Brennero-Modena, sabato mattina 7 agosto, sabato e domenica mattina 14 e 15 agosto, sabato e domenica 21 e 22 agosto tutto il giorno e sabato e domenica 28 e 29 agosto tutto il giorno. Un dato d’impatto per capire la portata del “weekend nero”: nelle giornate critiche A22 arriva a registrare oltre 36.000 transiti giornalieri su una singola carreggiata.

“Da aprile in avanti i dati di traffico sono stati in continuo rialzo. Siamo passati dal -50% di marzo e aprile, al -12% di giugno. Da circa due settimane, abbiamo dati che cominciano ad essere paragonabili a quelli del 2019. È ragionevole immaginare che quest’anno molti faranno uso del mezzo di spostamento individuale per eccellenza, l’automobile, per andare in vacanza e noi vogliamo assicurare a loro e a tutta la filiera del turismo che, per quanto riguarda A22, lo potranno fare nel miglior modo possibile”, spiega fiducioso l’amministratore delegato Diego Cattoni.

Le manutenzioni

Autobrennero ha saputo sfruttare con astuzia le giornate segnate dal forte calo di traffico degli scorsi mesi, andando a compiere manutenzioni strategiche lungo tutto l’asse. La società ha speso la bellezza di 29,3 milioni di euro per interventi di riqualificazione. Alcuni esempi: si va dagli 11 milioni spesi in asfaltature ai 4 milioni per l’ammodernamento dell’impiantistica e degli apparati luminosi. 2,5 milioni sono stati spesi per il risanamento di elementi di alcune opere d’arte e 2 per la cura del verde attorno alle careggiate. L’amministrazione è intervenuta in ogni singolo settore, dalla cartellonistica alle aree di servizio. Il motivo è stato ovviamente quello di sfruttare il poco traffico per mantenere sempre in piena efficienza l’arteria, ma anche quello di continuare a garantire un volano all’economia.

Nuovi canali d’informazione

Come detto, A22 ha deciso di puntare con decisione anche su un nuovo canale per l’infotraffico in real time. Per tenere sotto controllo flussi e velocità, Autobrennero ha deciso di affidarsi ad un servizio che molte persone utilizzano ormai ogni giorno: Telegram. Iscrivendosi al bot di A22 sarà possibile ricevere e personalizzare le informazioni e previsioni sul traffico, scoprire i servizi offerti lungo la rete, dalle colonnine di ricarica per veicoli elettrici alle aree camper, con in più la possibilità di comunicare la propria posizione esatta in caso di emergenza.

“I nostri modelli di simulazione dei flussi di traffico dinamico ci permettono di prevedere durata ed estensione delle code e di programmare, di conseguenza, le azioni. Ad esempio, la laminazione del traffico in ingresso nelle stazioni autostradali, o la gestione dinamica delle velocità, che ci consente di ridurre i tempi di percorrenza, l’inquinamento e gli incidenti. Lo strumento più efficace resta il dialogo costante con chi è alla guida. Oggi lo realizziamo con 160 pannelli a messaggio variabile, ma disponiamo già della tecnologia per comunicare direttamente sul cruscotto dei veicoli”, conclude il direttore tecnico generale, Carlo Costa. Uno strumento, quello della gestione dinamica della velocità, che permette di ridurre i tempi di percorrenza, gli incidenti e le emissioni inquinanti.