In evidenza
Sezioni
Quotidiani GNN

Venezia, 428 milioni per il collegamento ferroviario con l’aeroporto: aggiudicati i lavori

Da Rfi l’incarico al raggruppamento di imprese che vede come capofila Rizzani De Eccher e come mandanti Manelli Impresa e Sacaim. Fondi anche dal Pnrr

1 minuto di lettura

Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) ha aggiudicato al raggruppamento di imprese che vede come capofila Rizzani De Eccher e come mandanti Manelli Impresa e Sacaim i lavori per la realizzazione del collegamento ferroviario con l'aeroporto Marco Polo di Venezia. La gara ha un valore di oltre 428 milioni di euro, finanziati anche con i fondi del Pnrr.

Il progetto, afferma una nota, è finalizzato a incentivare il passaggio modale su ferro dei passeggeri diretti all'aeroporto di Venezia e si inserisce nella strategia di RFI e del Gruppo FS per il potenziamento dei collegamenti ferroviari con gli aeroporti, favorendo l'intermodalità e il rilancio del turismo.

I cantieri termineranno in tempo per l'avvio delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026. Per il completamento dell'opera è stato nominato come commissario straordinario di Governo Vincenzo Macello, vice direttore generale network management infrastrutture di RFI.

Gli interventi consistono nella realizzazione di una nuova linea ferroviaria a doppio binario di circa 8 chilometri, di cui 3,4 in galleria, che collegherà Venezia all'aeroporto Marco Polo.

Il collegamento partirà dalla linea Mestre-Trieste, affiancherà la bretella autostradale per l'aeroporto e, in galleria, arriverà al Marco Polo, dove si prevede la costruzione di una stazione passante interrata a due binari collegata al terminal aeroportuale. In uscita dalla stazione un binario singolo si ricongiunge al tratto in superficie, consentendo di ridurre i tempi di stazionamento nel terminal e assicurando una maggiore capacità sia per i treni regionali che alta velocità.

La stazione dell'aeroporto è nella galleria, l'opera prevede tre livelli: due interrati e uno di copertura fuori terra. A meno 11 metri dal piano coperto, c'è il piano banchina che svolge le funzioni di salita e discesa dei passeggeri. A meno 3 metri dal piano coperto c'è il piano mezzanino con funzioni commerciali e di accesso al piano sottostante, mentre il soffitto del mezzanino ha una grande apertura che permette la visuale sul coperto in vetro e acciaio.

f.poloni@gnn.it

I commenti dei lettori