In evidenza
Sezioni
Quotidiani GNN

Aumenta il costo del lavoro in Romania

1 minuto di lettura

Aumento record del costo del lavoro in Romania, a quota 11,4% nell'ultimo trimestre dell'anno scorso, contro l'1,3% nell'Eurozona e dell'1,9% nell'Ue a 28, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Lo rileva Eurostat, secondo cui dopo la Romania è la Repubblica Ceca a segnare il maggiore balzo in avanti (+8,6%), seguita da Lettonia (+7,7%), Bulgaria (+5,8%), Slovacchia (+5,3%) e Austria (+5,2%).

A registrare cali invece Italia e Cipro (entrambe -0.8%), Olanda (-0,4%) e Lussemburgo (-0,1%). Nell'ultimo trimestre del 2015, rispetto allo stesso trimestre del 2014, il costo orario del lavoro nell'Eurozona è cresciuto dell'1,2% nell'industria, dello 0,5% nell'edilizia, dell'1,3% nei servizi e dell'1.6% nell'economia non legata ad attività commerciali.

Nell'Ue a 28, il costo del lavoro è invece salito dell'1,7% nell'industria, del 2,5% nell'edilizia, del 2% nei servizi e dell'1.7% nell'economia non legata ad attività commerciali.

I commenti dei lettori