Cercansi disperatamente operai metalmeccanici: ma non si trovano

Un saldatore all'opera

Offerte di lavoro nella Bassa e nell'Alta Padovana. Crepaldi (Uilm): «Una quindicina di aziende a caccia di saldatori, manutentori, modellisti Formazione in azienda? No, servono già specializzati»

CONSELVE Cercansi disperatamente operai metalmeccanici con una buona esperienza. Le aziende sono a caccia di saldatori, manutentori, operatori macchine a controllo numerico, disegnatori 3 D Cad, modellisti, a patto che possano provare di avere un’esperienza di almeno cinque anni.

Ma a quanto pare si tratta di figure difficili da trovare sul mercato del lavoro, delle quali invece ci sarebbe un gran bisogno. aziende alla ricerca.

«Li stanno cercando almeno una quindicina di aziende metalmeccaniche della nostra provincia», spiega Davide Crepaldi della Uilm, l’Unione italiana lavoratori metalmeccanici di Padova, «tra il Conselvano e il Piovese, ma anche a Campodarsego e in altre località dell’Alta. Il problema è che la ricerca è orientata su figure specializzate, su lavoratori che abbiano una comprovata esperienza, necessaria a coprire le mansioni richieste. Ma finora i tentativi sono andati a vuoto: abbiamo coinvolto anche le agenzie interinali, abbiamo esteso la ricerca anche in provincia di Rovigo ma si fa una gran fatica. Abbiamo fatto numerosi colloqui in questi giorni ma non si trovano le persone adatte. E chi ha i requisiti ovviamente cerca la sistemazione migliore. Se avessimo 4 o 5 saldatori li piazzeremmo subito».

Ricorrere a lavoratori da formare direttamente in azienda, spiegano i sindacalisti, non è possibile in questo caso, perché la necessità delle aziende è quella di avere subito del personale specializzato.  

Nella nostra provincia come nel resto del Veneto la domanda di queste figure professionali è sempre stata piuttosto elevata ma ora sembra che si inizi a fare i conti con una mancanza di lavoratori adeguatamente formati, proprio nel momento in cui vi sarebbe la necessità. In questo settore pare che la disoccupazione non esista e che le aziende si contendano i lavoratori migliori.

«Abbiamo cercato anche i dipendenti di un’azienda del settore fallita qualche mese fa», conclude Crepaldi, «ma hanno trovato tutti un nuovo posto di lavoro in tempi rapidi. Stiamo cercando di spargere la voce in tutti i modi. Chi possiede i requisiti può mettersi in contatto la nostra sede Uil di Padova».