Voli charter dal Marocco per portare lavoratori stagionali sui campi veneti di insalata e tabacco

L’iniziativa è frutto  dell’intesa raggiunta da Coldiretti con le autorità del Marocco grazie alla collaborazione dell’Ambasciata italiana a Rabat

ROVIGO. Volo charter con operai agricoli qualificati dal Marocco in arrivo anche in Veneto. I primi lavoratori stagionali stranieri atterreranno lunedì 19 aprile all’aeroporto internazionale d’Abruzzo “Pasquale Liberi” di Pescara con destinazione successiva a Rovigo e Verona. La manodopera specializzata è attesa per la raccolta di insalata a Lusia nel Polesine e del tabacco nel Veronese.

L’iniziativa è frutto  dell’intesa raggiunta da Coldiretti con le autorità del Marocco grazie alla collaborazione dell’Ambasciata italiana a Rabat. La comunità di lavoratori agricoli provenienti dal Paese nordafricano è la seconda più presente in Italia – spiega Coldiretti – dopo quella rumena.

“I braccianti marocchini sono un aiuto insostituibile per la produzione tabacchicola regionale e per la raccolta delle principali produzioni Made in Italy – spiega Alberto Mantovanelli titolare di una delle aziende agricole coinvolte – sia per la specializzazione che per la capacità di lavorare in squadra”.

Con l’occasione sarà diffuso l’esclusivo report di Coldiretti su “Il lavoro e le frontiere nell’era del Covid” sull’impatto che la pandemia ha sull’occupazione, sull’economia e sulle produzioni agroalimentari italiane.