Incidenti lavoro: Confapi Veneto crescono infortuni e malattie

Nel primo trimestre15.945 le denunce, 906 in più del 2020. Tra questi, le denunce di infortunio con esito mortale sono state 14, due in più rispetto agli stessi mesi dello scorso anno. In riferimento alle denunce di malattia professionale protocollate dalla Regione Veneto nello stesso periodo sono state 796, 33 in più, con un incremento del 4,33% sul 2020

VENEZIA. Aumentano in Veneto le denunce di infortunio e di malattia professionale: lo sottolinea la Confapi sulla base dell'analisi dei dati statistici che l'Inail ha reso pubblici per il periodo gennaio/marzo 2021. Gli infortuni sono stati 15.945, 906 in più rispetto ai primi tre mesi del 2020, con un incremento del 6,02%.

Tra questi, le denunce di infortunio con esito mortale sono state 14, due in più rispetto agli stessi mesi dello scorso anno. In riferimento alle denunce di malattia professionale protocollate dalla Regione Veneto nello stesso periodo sono state 796, 33 in più, con un incremento del 4,33% sul 2020.

È da accertare, però, rileva Confapi, se questo dato sia anche in parte riconducibile all'epidemia da Covid-19 che ha colpito l'Italia. Le denunce di infortunio da Coronavirus, che si sono quindi aggiunte, sono state 165.528 in tutto il territorio nazionale. L'analisi territoriale evidenzia la Regione Veneto tra i primi posti con una distribuzione delle denunce del 10,7%.