La fabbrica del lavoro, i super tecnici dell’Its Academy Meccatronico hanno un’occupabilitá vicina al 100 per cento

L’Its Meccatronico è nella Top ten della classifica Indire.Analisi dei big data, sicurezza aziendale, digitalizzazione e Industry 4.0. Sono queste le aree in cui le aziende assumeranno di più nei prossimi anni

VICENZA. Chiedete alle aziende quali sono i profili su cui intendono investire maggiormente nei prossimi anni. La risposta corale indicherà quelle professionalità con competenze connesse all’analisi dei dati, e alla loro sicurezza, ormai imprescindibile in ogni azienda e alla gestione dei sistemi di produzione industriale legati ad Industry 4.0. A questo si aggiunge la costante ricerca di personale capace di portare innovazione al processo produttivo così come al prodotto finale.

È su queste necessità dell’economia del territorio della nostra regione che si plasmano i 5 profili professionali dell’ITS Meccatronico Veneto.  I maturandi di oggi o chi è alla ricerca di second skills hanno tempo fino al 16 luglio per iscriversi alla prima selezione ad accesso prioritario ai corsi attivi a Vicenza, Schio (VI), Verona, Padova, Treviso, Montebelluna (TV), Conegliano (TV) e Mestre (VE) che formeranno in un biennio i tecnici superiori che, mai come in questo momento storico, le aziende ricercano.

Meccatronica, Industry 4.0 e digitalizzazione in Veneto rappresentano un mix strategico per l’innovazione. 

E l’ottimo risultato nella classifica nazionale INDIRE, che vede i corsi di Treviso e Schio (VI) posizionati rispettivamente al 9° e 10° posto su 201 corsi in Italia, dimostra la validità dei percorsi ITS Meccatronico nel formare diplomati in linea con le esigenze del mercato.

Il bando con tutti i dettagli è visibile sul sito www.itsmeccatronico.it. Iscrizioni fino alle ore 20 del 16 luglio.

Le novità per il biennio 2021-23 vedono quindi un consolidamento dei corsi in area meccatronica e un incremento di quelli orientati alla digitalizzazione e ad Industry 4.0. A Padova, in collaborazione con SMACT Competence center, si concentrano i due corsi che formeranno gli Industrial Cyber Security e i Machine Learning & data scientist tanto richiesti dal mercato.

Mai come quest’anno si sente parlare della formazione ITS come un tassello fondamentale per colmare lo skill mismatch tra domanda e offerta di figure e competenze professionali necessarie al Sistema Paese per la ripartenza.

“Il dialogo con le aziende venete - spiega Giorgio Spanevello, Direttore Generale ITS Meccatronico Veneto - ha reso evidente quanto fosse imprescindibile preparare oltre ai tecnici più legati alla produzione e al processo anche quei tecnici che, di fatto, devono contribuire a far girare gli ingranaggi dello Smart manufacturing, oggi alla base delle produzioni Made in Italy. La Digital transformation del comparto manifatturiero porta con sé un investimento in tecnologie che non si può ignorare se si vuole continuare ad essere competitivi. In questa direzione va quindi anche l’offerta formativa del nostro ITS Meccatronico Veneto. Anche grazie all’ottimo risultato nel ranking nazionale INDIRE auspichiamo che ragazzi e famiglie, al momento della scelta post diploma, colgano l’enorme opportunità che la digitalizzazione e l’innovazione dei sistemi di produzione sta portando in termini di crescita professionale e di inserimento lavorativo”.

Tutti i corsi sono realizzati in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e con il co-finanziamento della Regione Veneto, che ha un’attenzione costante verso gli ITS, e del Fondo Sociale Europeo. Le selezioni sono aperte a tutti gli studenti con diploma quinquennale (Istituti tecnici, professionali, licei). Attraverso 2000 ore di formazione suddivise in 1200 ore in aula e laboratorio/pratica e 800 ore di tirocinio formativo in azienda gli studenti, al termine del biennio, sosterranno un esame di stato per ottenere il diploma statale di Tecnico Superiore, V livello europeo EQF.