D.B.Group, premi fino a 4.500 euro e un kit in regalo ai neogenitori

Il bavaglino in regalo nel kit per neogenitori

La multinazionale trevigiana ha stanziato 1,3 milioni di premi. A giugno i dipendenti riceveranno, dopo l’indennità di risultato, 500 euro in busta per fronteggiare il caro vita e 200 euro di bonus benzina. Interventi che si affiancano a un ricco piano welfare che oltre a buoni pasto e assistenza sanitaria prevede anche l’assistenza nella compilazione del 730 e il servizio lavanderia. 

TREVISO. Cresce il numero delle aziende che oltre al business si occupa in maniera sempre più proattiva del benessere del personale. Un’attenzione che si declina sotto vari aspetti - dal sostegno economico al welfare – e che, avviata spesso in tempi non sospetti, oggi trae nuove ragioni e ulteriore slancio dalla congiuntura. 

Lo ha fatto D.B.Group, multinazionale di spedizioni, logistica integrata e consulenza doganale con sede a Montebelluna,  che ha messo mano al portafoglio erogando a favore dei propri dipendenti – 300 in Italia, altrettanti all’estero – premi che vanno da un minimo di 2mila ad un massimo di 4mila e 500 euro a persona, in ragione di anzianità e livello.

Dopo aver ricevuto, lo scorso maggio, il premio di risultato, superiore del 20-25% sul precedente, i dipendenti riceveranno a giugno ulteriori 800 euro di cui 500 euro in busta paga per far fronte al caro vita e 200 euro di voucher benzina. 

Silvia Moretto, Ad di D.B.Group

“Stiamo a piccoli passi avanzando verso la normalità pre-Covid, nonostante eventi purtroppo drammatici a livello mondiale - ha detto l’Ad Silvia Moretto – e ne viviamo gli effetti nella nostra quotidianità con l’aumento generale dei prezzi. Il momento è difficile per le aziende e per le famiglie. Ecco perché D.B. Group ha deciso di impegnarsi in maniera tangibile verso tutti i collaboratori con un contributo straordinario oltre a quello di risultato”. 

Oltre al supporto economico, riconosciuto come detto ai 300 lavoratori in forze tra Montebelluna e le sedi di Milano, Verona e Prato, così come ai 300 dipendenti delle 50 filiali all’estero, per un totale di investimento straordinario in premi che si attesta a 1,3 milioni di euro, si aggiunge un ricco piano welfare con buoni pasto, flessibilità oraria, copertura sanitaria e smart working, ma anche assistenza nella compilazione delle dichiarazioni dei redditi e servizio lavanderia.

Ultimo benefit introdotto dal gruppo trevigiano è il Newborn kit, destinato a neomamme e neopapà: un vero pacchetto regalo per i neonati che include un orsetto di peluche, un bavaglino e un buono spesa di 50 euro.  

Ma il piano di welfare contiene anche la solidarietà tra persone: è infatti già possibile donare, su base volontaria e a titolo gratuito, ore di ferie e/o permessi da dipendente ad altro dipendente che abbia l’esigenza di assistere i figli minori che necessitino di cure costanti.

Quanto al business, D.B.Group continua l’espansione, con l’apertura di nuove filiali: a giugno la multinazionale, che ha chiuso i ricavi 2021 a quota 319 milioni di euro contro i 200 del 2020, ha aperto la sua cinquantesima filiale, a Dayton, in New Jersey, non molto lontana da quella in Merrick Road a New York. Un importante traguardo, da tempo nel mirino della famiglia De Bortoli, fondatrice dell’azienda 42 anni fa, che negli States vanta filiali anche ad Atlanta, Los Angeles, Chicago e Miami.

maura.dellecase@gnn.it