Trasformazione digitale in Friuli Venezia Giulia: partership tra beanTech e Fameccanica



 

Tra le innovazioni c'è Brainkin, la piattaforma unica per la gestione del ciclo produttivo: "C’è la maturità, in termini tecnologici e di competenze, per applicare intelligenza agli impianti, ottimizzare i processi produttivi e dare risposta a tutte le esigenze del mercato"



 



 

UDINE. BeanTech e Fameccanica (importante azienda con sede a Chieti): una partnership che porta il Friuli Venezia Giulia ad essere sempre più faro per la digital transformation. A riassumere la visione di beanTech e l’apporto che l’azienda dà al processo di digitalizzazione delle imprese e del tessuto manifatturiero è stato il CEO e presidente, Fabiano Benedetti.

«Oggi il dato è al centro del successo, chi sa interpretare queste informazioni è sempre un passo in avanti rispetto alla concorrenza – ha affermato -. E più che di mero Internet of Things, abbiamo voluto raccontare la nostra visione a trecentosessanta gradi, un’esperienza maturata nel settore manifatturiero, l’insieme di più fattori che definiamo Intelligence of Things. Un mix di dati, IoT, Analytics ed Intelligenza Artificiale, che riassume nel modo più chiaro possibile cosa facciamo per supportare le aziende lungo il percorso di trasformazione digitale. L’obiettivo del nostro webinar - ha concluso - era quello di rispondere alle diverse domande che le aziende manifatturiere si pongono, compresa la più ricorrente: quali sono i vantaggi che le soluzioni IoT possono apportare al mio business?».

Paola Olivieri, di Fameccanica.Data S.p.A., afferma: «In Fameccanica cerchiamo di comprendere in anticipo i desiderata dei clienti. Perciò abbiamo deciso di sviluppare con beanTech una serie di soluzioni a forte vocazione IoT. L’obiettivo è fornire ai nostri partner un servizio su misura, raccogliendo quanti più dati possibili e valorizzandoli al meglio. Nella scelta di un partner per lo sviluppo del progetto, la decisione è ricaduta su beanTech, forte della sua esperienza in ambito manufacturing. I progetti realizzati in collaborazione con beanTech hanno lo sguardo rivolto a ciò che verrà, con le radici ben piantate nel presente. La loro struttura e flessibilità ci permettono di modificare e migliorare continuamente il prodotto».

Tra le innovazioni presentate da beanTech: Brainkin, la piattaforma unica per la gestione del ciclo produttivo. «Per noi era fondamentale dare concretezza, far capire alle aziende che questo tipo di soluzioni esistono davvero e portano beneficio misurabile al business. Brainkin è la nostra piattaforma di intelligenza collettiva d’impianto – afferma Riccardo Zamana, Industrial IoT Business Unit Manager beanTech –. C’è la maturità, in termini tecnologici e di competenze, per applicare intelligenza agli impianti, ottimizzare i processi produttivi e dare risposta a tutte le esigenze del mercato».

 

 

 Per beanTech