Edge Computing: Eurotech entra nel progetto Cassini del gigante dei microprocessori Arm

Arm si è impegnata a investire per creare un ecosistema di standard per piattaforme di sviluppo e permettere l'implementazione di software e applicativi cloud sul campo

UDINE. Eurotech, fornitore leader di schede e sistemi embedded rugged per applicazioni industriali, edge computer e componenti che abilitano l'Internet of Things (IoT), entra a far parte del Progetto Cassini di Arm. Lo annuncia l'azienda in una nota.

Per abilitare i benefici dell'IoT, con il suo Progetto Cassini, Arm si impegna a investire per creare un ecosistema di standard per piattaforme di sviluppo e permettere l'implementazione di software e applicativi cloud sul campo. Eurotech ha esperienza nello sviluppo di building block per sistemi embedded, piattaforme di edge computing e soluzioni Internet of Things (IoT).

L'edge computing permette ai sistemi sul campo di processare dati vicino alla loro sorgente. Questo riduce i problemi di latenza nelle comunicazioni tra la periferia e il data center, consentendo di effettuare analitiche avanzate direttamente sul campo.

«L'integrazione dei nostri componenti IoT Edge testati e validati si sposa con lo scopo del progetto, assicurando ai clienti i vantaggi di tecnologie certificate e pronte all'uso anche per le applicazioni più complesse», ha detto Giuseppe Surace, Chief Product & Marketing Officer di Eurotech.

«Il Progetto Cassini ha lo scopo di sfruttare appieno l'innovazione all'edge e accelerare lo sviluppo di piattaforme di edge computing ottimizzate e basate su componenti Arm» ha affermato Mohamed Awad, Vide President, IoT Business di Arm. «Incorporare l'esperienza di Eurotech nella realizzazione di sistemi embedded industriali è un ulteriore passo».