In evidenza
Sezioni
Quotidiani GNN

Alperia partner della Juventus: energia “green” in regalo per ogni vittoria

L’azienda altoatesina è in prima linea nella produzione da fonti rinnovabili

1 minuto di lettura

BOLZANO. Alperia diventa Official Green Partner della Juventus e aiuterà il club nel proprio percorso di sostenibilità rifornendo energia proveniente da fonti rinnovabili. L’azienda altoatesina da 120 anni si impegna per lo sviluppo di energie pulite, verdi e rinnovabili e rappresenta una delle realtà più importanti per la Green Energy in Italia, lungo tutta la filiera energetica dalla produzione, alla distribuzione fino alla vendita e al trading di energia elettrica, gas e calore.

«Siamo orgogliosi di stringere una nuova partnership con Alperia – sottolinea Giorgio Ricci, Chief Revenue Officer di Juventus - Non solo perché si tratta di una azienda innovativa, ma anche perché ne condividiamo i valori e, attraverso questa nuova collaborazione, testimoniamo ancora una volta l'impegno di Juventus nei confronti dell'ambiente.»

«Siamo entusiasti di essere Official Green Energy Partner di Juventus, un club di successo non solo in Italia, ma anche a livello mondiale e di poterla sostenere con la nostra esperienza nel campo delle energie rinnovabili. Vogliamo avanzare insieme verso l’obiettivo comune di creare un mondo più sostenibile», ribadisce il CEO di Alperia, Johann Wohlfarter.

Dalla partnership nascono anche nuove opportunità per i tifosi bianconeri, che Juventus e Alperia vogliono coinvolgere in questo percorso congiunto verso la sostenibilità e la tutela dell’ambiente. Alperia ha infatti creato l’offerta luce 100% green “Alperia Energia Juventus”: per ogni vittoria della squadra nel campionato nazionale e nelle competizioni europee Alperia regalerà 12 chilowattora di energia 100% green. E in più i clienti riceveranno la stessa energia che illumina Juventus e l’Allianz Stadium.

La Juventus è stata una delle prime società di calcio ad affrontare il tema della sostenibilità e a tradurre il proprio impegno in azioni concrete. Oltre ad essere la prima società calcistica italiana ad aver sottoscritto la Convenzione Quadro delle Nazioni Unite (UNFCCC Sport for Climate Action) e ad aver aderito all’iniziativa “Climate Neutral Now”, delle Nazioni Unite, dalla scorsa stagione presta ancor più attenzione al proprio impatto ambientale pubblicando la propria carbon footprint (Scope 1 & Scope 2) redatta secondo gli standard del GHG Protocol e i cui dati vengono sottoposti a revisione limitata di terza parte.

[[(gele.Finegil.StandardArticle2014v1) Oltre al fotovoltaico, ora la società di gestione della rete idrica trevigiana si rifornisce da fonti idroelettriche in Alto Adige]]

f.poloni@gnn.it

I commenti dei lettori